Browse by:

Capitolo 13: Nuova consapevolezza

Jason si alzò dalla scrivania in cui era stato seduto troppo a lungo, con tanti pensieri, e cercò il solo modo che conosceva per scacciare le ombre dai suoi occhi. Il suo amante. Uscì nella tenuta e vagò per un pezzo per il giardino quando, accovacciato tra mille cespugli di lavanda in fiore, vide il suo dio di schiena; ampia, forte, pronta a farlo soffrire ed eccitare. Elias era un maestro di sensualità e per certe cose non lasciava nulla al caso.

Capitolo 11: Le pareti di Pareto

Era domenica, nella tenuta nessuno lavorava ed era caldo. La temperatura poi era ulteriormente salita in quel lembo di terra, per via dei giochi d’amore di Elias, il mago del sesso. Jason non era ancora arrivato a chiedergli ciò che lui voleva, ma sapeva che oramai era pronto. Avrebbe preferito che lui si fosse concesso spontaneamente, magari implorando di prenderlo, ma visto che il suo compagno era pur sempre un cavallo di razza, decise di fare uno strappo alla regola e di venirgli incontro. O meglio, dentro. Rise di sé e delle sue perverse riflessioni.