A passo di corsa verso l’amore #2

Jason, era Jason il suo nome, vero?, si fece serio e Zoe poté percepire il cambiamento in lui. Non era più lo sconosciuto atletico e simpatico con cui aveva attaccato bottone, era una specie di salvatore che negli occhi non aveva promesse dolci quanto piuttosto delle ombre di passione, un inutile monito alla mosca che sta per finire nella rete del ragno. La trovava attraente e la stava mettendo in guardia, insieme. Zoe non capiva come potesse cogliere tutto ciò in uno sguardo, ma si sentiva dentro quanto stava accadendo. Il destino l’aveva beffata doppiamente in quella mattinata, ora che era totalmente di nuovo padrona di se stessa, si ritrovava avvinta in un desiderio repentino e potente. Lei lo guardò ancora, forse un po’ troppo intensamente, e subito lui si fece serio, quasi intuendo i suoi pensieri. «Adesso andiamo a mangiare qualcosa signorina e subito». E, con sommo imbarazzo di Zoe, continuando a portarla in braccio, si diresse al bar del molo. Per fortuna non c’era ancora in giro anima viva, si disse Zoe. E mentre Jason sprofondava elegantemente nella sabbia per arrivare al molo e lei aveva posato la sua testa sul suo petto, ad un tratto ebbe una voglia irrefrenabile di baciare quella bocca così invitante. Ma si spaventò ricordando lo sguardo di monito che lui le aveva dato e per questo cercò di reprimere il desiderio e, muovendosi tra le sue braccia, incominciò a divincolarsi per sciogliere l’abbraccio.

Lui capì bene il messaggio, ma non la lasciò andare «Non vorrai mica già andare via con le tue gambe, poi mi toccherà riprenderti con il cucchiaino!» disse lui.

E mentre stava per aggiungere qualcosa d’altro, forse accorgendosi del grande turbamento di Zoe, lentamente, si fermò.

Zoe potè di nuovo toccare terra, ma ora una forza magnetica la teneva incollata a lui e non poteva fare a meno di continuare a fissare i suoi lineamenti e le sue labbra. Adesso anche lui la fissava e i suoi occhi si erano a sua volta posati sulla bocca. Jason alzò la mano per accarezzarle le labbra mormorando: «non ho mai salvato una ragazza così sensuale, oggi deve essere il mio giorno fortunato ma forse non il tuo, ragazza». Lui (o forse era lei?) si stava avvicinando sempre di più e solo all’ultimo Zoe ebbe la forza di reagire e sussultare. Fu un attimo e lei rinsavì, l’incantesimo si era rotto e riuscì ad allontanarsi un poco da quel forte petto per rifiutare il bacio, farfugliando una scusa mal riuscita.

Lui fermò il viso vicinissimo a quello di Zoe, tanto da sentire il respiro caldo uscire come un soffio leggero dalla sua bocca attraente e con un sguardo interrogativo incominciò ad allontanarsi. Quell’uomo aveva il potere di leggere dentro di lei.
«Perché hai cambiato idea», le chiese lui? «Mi sembrava che fossi tu, a volermi baciare, e io, da bravo cavaliere, te lo stavo lasciando fare».

Perché no?

Le sembrava di avere posto quella semplice domanda nella gola di una caverna ed ora l’eco delle sue stesse parole le rimbombavano in testa. Perché, no?

Forse però la vera domanda era: perché si.

Perché lo aveva voluto baciare senza ritegno, ben sapendo di avere un fidanzato, Gordon, a cui rendere conto delle proprie azioni?

Nota: questo è il mio primo scritto Romance, per avere dettagli e per trovare il riassunto di tutti gli estratti, potete cliccare qui oppure andare sotto ispirazioni durevoli nella barra del menù e cliccare su “Il mio romanzo rosa”. Sarei veramente felice se, leggendo questo scritto, avrete voglia di farmi sapere cosa ne pensate. Fa schifo, lo amate, Jason è un bastardo (si, lo so..), Zoe è un pò una stalker (non anticipo troppo)? Fatemelo sapere dai, sarà molto più bello continuare a scrivere in questo modo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...